Forte di Bard

TRENITALIA VALLE D’AOSTA: IN TRENO AL FORTE DI BARD

ingresso gratuito ad una mostra o museo a scelta facilmente raggiungibile dalla vicina stazione ferroviaria con Trenitalia Valle d’Aosta raggiungi il Forte di Bard ed entri con lo sconto.

Grazie ai 19 collegamenti regionali giornalieri dal lunedì al sabato e ai 12 dei festivi che fermano a Hone-Bard, è possibile raggiungere facilmente il Forte di Bard che si trova a soli 500 metri dalla stazione. Una possibilità di visitare il monumento lasciando a casa la macchina e un occhio di riguardo all’ambiente.

Numerose le iniziative dedicate ai viaggiatori che raggiungono la località in treno. Infatti, sarà possibile visitare gratuitamente a scelta una mostra o un museo a scelta e ottenere biglietti scontati per tutte le aree espositive presentando il biglietto di corsa semplice con partenza o arrivo ad Hone-Bard o l’abbonamento ferroviario, sia settimanale che mensile.

Le iniziative rientrano nell’ambito di un accordo sottoscritto tra l’Associazione Forte di Bard e la Direzione regionale Valle d’Aosta di Trenitalia che avrà validità sino al 31 dicembre 2018.

Servizio di visite assistite mesi di aprile e maggio

Su prenotazione in Biglietteria o al numero 0125 833818:

. Visita al Forte di Bard (monumento esterno)

ogni domenica ore 11.00 (la visita il 29 aprile sarà posticipata alle ore 15.00)

Durata: un’ora e 15 minuti

Tariffa: 4 euro

. Visita al Ferdinando. Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere

ogni domenica ore 15.00 (la visita non verrà effettuata il 29 aprile)

Durata: un’ora e 30 minuti

Tariffa: 4 euro + 5 euro biglietto ingresso ridotto


Wildlife photographer of the year dal 16 febbraio | 10 giugno 2018

Il Forte di Bard ospita l’anteprima italiana della 53esima edizione del Wildlife Photographer of the Year, il più importante riconoscimento al mondo dedicato alla fotografia naturalistica promosso dal Natural History Museum di Londra.

Cento foto realizzate nell’arco del 2017 racconteranno con sorprendente maestria la natura in tutti i suoi aspetti, catturando dettagli affascinanti e paesaggi mozzafiato che i visitatori potranno scoprire in anteprima assoluta come in un viaggio attraverso i luoghi più straordinari della terra. La mostra presenterà le foto vincitrici delle 16 categorie del premio che ritraggono l’incredibile biodiversità esistente sul nostro pianeta, dai comportamenti di animali quasi sconosciuti a mondi subacquei nascosti e misteriosi, selezionate fra le oltre 50mila immagini giunte da 92 diversi paesi del mondo e giudicate da esperti internazionali per la loro originalità e sulla base di criteri artistici e tecnici. Clicca qui


Luci del Nord. Impressionismo in Normandia dal 3 febbraio | 17 giugno 2018

Monet, Renoir, Bonnard, Boudin, Corot, Courbet, Daubigny, ma anche Delacroix, Dufy, Gericault. Per la prima volta il Forte di Bard dedica una mostra evento agli impressionisti e lo fa con un progetto inedito dal titolo Luci del Nord. Impressionismo in Normandia. Dal 3 febbraio al 17 giugno 2018.

A promuovere l’esposizione, curata dallo storico dell’arte Alain Tapié, è l’Associazione Forte di Bard con la collaborazione di Ponte Organisation für kulturelles Management GmbH di Vienna. Più di settanta importanti opere raccontano, in un progetto inedito ed originale, la fascinazione degli artisti per la Normandia, territorio che diventa microcosmo naturale generato dalla forza della terra, del vento, del mare e della nebbia. Per un paesaggio naturale dotato di una propria ‘fisicità’ vera e vibrante. I dipinti provengono dall’Association Peindre en Normandie di Caen e dal Museo del Belvedere di Vienna.


La Guerra Bianca 29 marzo | 2 settembre 2018

Un viaggio tra i ghiacciai e le cime che furono teatro della più grande guerra di montagna della storia. Il Forte di Bard ospita dal 29 marzo al 2 settembre 2018 nelle sale espositive del nuovo Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere, la mostra La Guerra Bianca, Fotografie di Stefano Torrione. Oltre 70 immagini realizzate dal fotografo valdostano conducono il pubblico sul fronte dei ghiacciai della Grande Guerra.

Il reportage è stato realizzato in occasione del centenario della Grande Guerra e pubblicato da National Geographic Italia nel numero di marzo 2014 (il primo servizio di un’edizione straniera a essere tradotto e ripreso dal sito internazionale nationalgeographic.com). La mostra ideata e realizzata da National Geographic Italia con la curatela di Marco Cattaneo, amplia e completa questo straordinario lavoro. Il fotografo ha dedicato tre anni a percorrere la linea del fronte, sulla lunga cresta di confine tra il Passo dello Stelvio e l’altopiano carsico, dove le truppe austro-ungariche e italiane si affrontarono in zone impervie in cui mai si era combattuto, fino a 3000 metri di altitudine, tra le cime e i ghiacciai delle Alpi centrali e orientali. L’itinerario del fotografo, accompagnato dall’alpinista Marco Ganola, segue le tracce lasciate dalle migliaia di uomini mandati a combattere e a morire in condizioni proibitive: trincee, baracche, gallerie scavate nella roccia, postazioni di combattimento, ma anche armi e oggetti personali ritrovati in quota, testimonianza di uno degli eventi più tragici della storia dell’umanità.

Il biglietto è incluso nell’acquisto del titolo di ingresso a Il Ferdinando. Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere.


Info

Associazione Forte di Bard

T. + 39 0125 833818 - 811

prenotazioni@fortedibard.it

www.fortedibard.it

Link articolo

Vai al collegamento:Forte di Bard

Vai alla pagina:Chi Siamo

Vai alla pagina:Settori informativi

Vai alla pagina:What's on

Vai alla pagina:Servizi

 Servizi culturali e del tempo libero - Comune di Cossato