Lavorare in proprio

flickr

Lavorare in proprio – come creare un’impresa

Per avviare un’attività bisogna avere un Business Plan cioè un progetto dettagliato che riassume in modo completo e sistematico l’idea di impresa che si vuole avviare, utile anche per chiedere eventuali crediti.

Apertura di un’impresa: gli step

I passaggi per aprire un’attività sono:

1) la verifica dei requisiti professionali abilitanti, richiesti per lo svolgimento di determinate attività, a seconda possono essere:
> possesso del titolo di studio inerente o diploma;
> esperienze professionali nel settore per almeno 2 anni (effettuate negli ultimi 5)
> iscrizione a corsi professionali obbligatori;
> per attività nel settore alimentare e della vendita di bevande è necessaria anche un’autorizzazione sanitaria che si può pervenire al Comune sede dell’impresa, se si tratta di commercio al dettaglio, e al Registro Imprese (presso la Camera di Commercio) in caso di avvio attività di commercio all’ingrosso.

2) la scelta della forma societaria: si tratta della decisione più importante per un imprenditore che sceglie l’inquadramento giuridico da dare alla sua iniziativa imprenditoriale. Esistono diverse tipologie di società; per maggiori dettagli consigliamo: http://www.impresaoggi.com/it/d_def.asp?cacod=181

3) pratiche amministrative per l’apertura di un’attività. Per aprire un’impresa occorre:
> richiedere l’attribuzione del Codice Fiscale/Partita IVA all’Agenzia delle Entrate;
> iscrivere l’impresa nel Registro delle Imprese e nel R.E.A. (Repertorio Economico e Amministrativo);
> assolvere gli adempimenti INPS ai fini previdenziali;
> assolvere adempimenti INAIL ai fini assicurativi.
> ottenere le autorizzazioni o altri titoli legittimanti previsti dalle specifiche normative di settore, da richiedersi all’Ente competente in materia in base al tipo di attività. Il link che segue, inerente al manuale della CCIAA, elenca gli adempimenti per varie tipologie di attività: http://www.bi.camcom.gov.it/      http://www.bi.camcom.gov.it/Page/t10/view_html?idp=529

Nel 2007 è stata introdotta una legge che prevede una comunicazione unica per la nascita di un’impresa (“Approvazione del modello di comunicazione unica per la nascita dell’impresa” – G.U. n° 296/2007). Si tratta dell’assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al registro delle imprese e, se sussistono i presupposti di legge, ha effetto ai fini previdenziali, assistenziali e fiscali, nonché per ottenere il codice fiscale e la partita IVA; la comunicazione coinvolge quindi le Camere di Commercio, l’Agenzia delle Entrate, INAIL e INPS.

Le Camere di Commercio hanno predisposto un sito per la comunicazione unica on-line: www.registroimprese.it; alla voce “ComUnica” è possibile espletare tutti questi adempimenti con una singola registrazione delle Imprese presso la Camera di Commercio territoriale. La “Comunicazione Unica” è infatti dal 1° aprile 2010 l’unica modalità per creare un nuova impresa o comunicare variazioni di imprese già esistenti.

4) aspetti contributivi relativi all’apertura di un’impresa (pratiche INPS e INAIL): da aprile 2010 attraverso “ComUnica” avviene anche l’iscrizione automatica all’INPS che invia la cartella contributiva annuale. L’assicurazione INAIL non è prevista per il titolare unico di un’impresa commerciale.

5) se le attività hanno una sede fissa vi sono alcuni adempimenti da rispettare:
> prima di installare insegne, cartelli o striscioni pubblicitari, è necessario richiedere autorizzazione presentando apposita domanda al SUAP di Cossato.
> quando è presente un’insegna bisogna denunciarla all’ufficio Affissioni (ICA) del Comune ove ha sede l’attività per pagare la tassa sulle insegne;
> se è presente un dehor, una capottina esterna o uno zerbino bisogna denunciarlo al Comune sede dell’attività per pagare la TOSAP – Tassa Occupazione Spazi Aree Pubbliche;
> denuncia alla SEAB – Società Ecologica Area Biellese per il pagamento della tassa sui rifuiti;
> iscrizione al CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi per l’utilizzo di imballi;
> iscrizione alla SIAE – Società Italiana Autori e Editori, in caso di diffusione di materiale musicale e/o video nell’esercizio;
> verifica della corretta destinazione d’uso e agibilità dei locali: si tratta di certificati che devono essere forniti da chi vende o affitta il locale all’interessato.
> verifica della conformità impiantistica: si tratta di documenti relativi agli impianti termico ed elettrico.


6) esistono alcuni obblighi relativi alla sicurezza sui luoghi di lavoro:
> effettuazione della valutazione dei rischi e relativa documentazione entro 90 giorni dall’apertura (D. Lgs 81/2008);
> formazione del datore di lavoro e degli addetti al primo soccorso ed antincendio;
> sorveglianza sanitaria in caso di rischi per la salute.

7) per quanto concerne la gestione dei rifiuti:
> è necessario, quando dovuta, l’iscrizione al Registro produttori rifiuti attraverso la nuova procedura SISTRI (Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti);
> registrazione dei movimenti di carico e scarico;
> denuncia dei rifiuti quando prevista.

8) infine ci sono gli obblighi relativi alla gestione ambientale:
> denuncia degli scarichi idrici;
> autorizzazione per eventuali emissioni in atmosfera;
> valutazione dell’impatto acustico compatibile con la zonizzazione acustica del Comune.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere ai seguenti uffici:


SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE (SUAP)

Dal 1 aprile 2013 a seguito della internalizzazione della gestione dello SPORTELLO UNICO ATTIVITA’ PRODUTTIVE, le domande, dichiarazioni, segnalazioni o comunicazioni inerenti i procedimenti di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, cessazione o riattivazione di attività produttive o di prestazione di servizi, nonché quelli relativi al loro esercizio
andranno presentati, ai sensi del DPR 7 settembre 2010, n. 160 SOLO PER VIA TELEMATICA cliccando sul link sottostante
S.U.A.P.
per informazioni si potrà contattare:
SUAP COMUNE DI COSSATO
Piazza Gramsci, snc - 13836 Cossato
Tel. 015 9893335 fax. 015 9893344
cossato@pec.ptbiellese.it


SPORTELLO CREAZIONE D’IMPRESA (Provincia di Biella)
Sede provinciale: Via Q. Sella, 12 – 13900 Biella – tel. 015 8480679
Centro per l’impiego di Cossato: Via Ranzoni 14 – 13836 Cossato (BI) - tel. 015 93595
Centro per l’impiego di Cavaglià: Via Mainelli, 8 – 13881 Cavaglià (BI)
Numero verde 800943960
e-mail: creazioneimpresa@provincia.biella.it

http://izi.elastica.it/biella/pagina.php?ID=3
sito: http://www.provincia.biella.it (la sezione “Creazione d’impresa”)
SERVIZI OFFERTI:
- offre gratuitamente servizi di sostegno alla creazione d’impresa attraverso attività di assistenza e consulenza


SPORTELLO NUOVE IMPRESE (Camera di Commercio – Biella)
Via Aldo Moro, 15 – 13900 Biella
tel. 015 3599311 – fax 015 2522215
e-mail: promozione@bi.camcom.it
sito: www.bi.camcom.it

Sportello a sostegno delle Imprese al femminile(Camera di Commercio – Biella)
Via Aldo Moro, 15 – 13900 Biella
tel. 015 3599311 – fax 015 2522215
sito




ASSOCIAZIONI DATORIALI DI CATEGORIA

 Servizi culturali e del tempo libero - Comune di Cossato